.................

VersozerO

 

Arrivano da Milano Fabio Privitera, cantante, Stefano Parodi, chitarrista, Dario Leoni al basso e compositore delle parti elettroniche, il batterista Riccardo Arcadi.


La proposta dei VersozerO è interessante: il più volte tentato incontro tra il metal head-banging e le liriche del cantautore, con diverse fortune. La sfida dell’ inserimento di testi prolissi e cesellati in un’ ottica del pogo viene risolta da questi ragazzi, vediamo come. Faremo ruotare la nostra indagine attorno ad una selezione di brani presi dal loro ultimo album “evolver” (scaricabile gratuitamente dal loro sito http://www.versozero.it/evolver/evolver.html).


Non Ho Paura è un pezzo dotato di grande forza suggestiva, suona a tratti come la lira di narciso che pizzicavano Godano ed i suoi. Tutti gli strumenti creano un bellissimo tappeto sonoro che dona molto alle doti canore di Fabio, con a tratti prove di forza delle chitarre che ricordano quale motore sia nascosto sotto il cofano del gruppo.


C’è poi Vitriol in cui Riccardo e Stefano lasciano suonare sin dalle prime battute, a tutto braccio, chitarra e batteria. Frenetici giri di basso e meno elettronica in questa canzone non sperimentale, in pieno genere. Molto tirata e divertente, comunque poco imparentata con la precedente.


Evolver invece è molto pastosa, ha una intro orientaleggiante e furiosi power chords, tematiche sociali e drum machine. Una perfetta sintesi della band.
Il bagaglio tecnico della band è notevole, in incontro riceviamo anche un assaggio di crossover. Termina in un furioso bridge che si prepara a ribadire il ritornello, semplice e coinvolgente.


Capiamo che questa band è matura, ha un suo carattere ben definito e pezzi di gran valore, di ricerca, in brani come Non Ho Paura ed Evolver, pur non disdegnando di tanto in tanto di reinterpretare le lezioni dei grandi.

 

http://www.bandwall.it/cb/userprofile/VersozerO.html

Recensioni

Bandwall Magazine

Bandwall

Facebook Likers